IC IMOLA 1

“Sentire la musica e ascoltare la musica, impara a farlo con l’artista“

Print Friendly, PDF & Email

Il 14 Febbraio 2019 i ragazzi della II A scuola secondaria di Sesto Imolese sono  andati a Imola alla Nuova Scuola di Musica “Vassura – Baroncini” per il progetto “Sentire la musica e ascoltare la musica, impara a farlo con l’artista“. Il pianista, Pietro Beltrani, ha suonato e spiegato alcuni brani e poi ha risposto alle domande degli studenti.

Di seguito l’articolo scritto dagli studenti e alcune foto

 

 

PERCHE’ A ME PIACE LA MUSICA CLASSICA E AD ALTRI NO?

PERCHE’ AD ALCUNE PERSONE PIACE LA MUSICA CLASSICA E A ME NO?

Il 14 Febbraio noi ragazzi della II A di Sesto Imolese siamo andati a Imola alla Nuova Scuola di Musica “Vassura – Baroncini” per il progetto “Sentire la musica e ascoltare la musica, impara a farlo con l’artista“.

Il pianista, Pietro Beltrani, ci ha suonato e spiegato alcuni brani e poi risposto alle nostre domande.

Ecco alcune delle nostre osservazioni:

Questa uscita è stata istruttiva; Io studio pianoforte e mi piace molto; ciò che ho ascoltato mi ha fatto provare le stesse emozioni che ho quando suono; il pianista è stato molto bravo, ha spiegato molto bene ed è riuscito a trasmetterci l’importanza della musica e l’importanza di saperla ascoltare, è riuscito a farlo soltanto suonando uno strumento!

E’ stato bello conoscere musicisti di alcune parti del mondo e vari generi musicali; mi è piaciuta la scelta dei brani; la musica era molto rilassante.

Secondo me questa esperienza è stata molto educativa, mi è piaciuto ascoltare diversi generi musicali, mi ha colpito come ogni brano mi facesse provare emozioni diverse e come i musicisti riescano a rappresentare se stessi e quello che accade in maniera così realistica, senza usare immagini e parole.

La musica mi ha fatto ripensare a cose passate, e questo mi rendeva felice.

Mi ha molto impressionato come il pianista muoveva le mani in modo veloce e sciolto.

Non sono poi mancate alcune difficoltà e giudizi contrastanti:

Non vado pazza per la musica classica ma a mia mamma sarebbe piaciuto molto; ho fatto fatica ad ascoltare la spiegazione dei brani però devo dire che quando Pietro Beltrani suonava è stato divertente;

questo genere di musica di solito non l’ascolto ma mi è piaciuto lo stesso; non avevo mai sentito questa musica prima d’ora ma mi è piaciuta e incuriosito; questo tipo di musica non è il mio genere, io ascolto tutti i giorni, pop e rap, alcuni brani però li avevo già sentiti nelle pubblicità o in alcuni film per cui mi sono piaciuti molto anche se la musica classica non mi piace;

Ad alcuni ha suscitato ricordi:

Mi è venuto in mente il nostro prof. di Tecnologia perché durante le verifiche ci fa ascoltare la musica classica.

Il Notturno di Chopin mi ha ricordato un particolare; quando sono andato a Varsavia con mia mamma che è polacca, ci siamo seduti nelle panchine del parco dove c’era un pulsante e spingendolo si sentiva la musica di Chopin.

Questo spettacolo mi ha emozionato perché mi ha ricordato quando da piccola, mio babbo mi faceva ascoltare alcune canzoni al computer.

Ed alcune domande

Quanto tempo ci è voluto per saper suonare così bene e così velocemente?

Che tipo di musica ascolta Pietro Beltrani a parte quella classica?

Gli piaceranno il rap e il trap?

Perché si muoveva in un modo così strano?

Perché nelle gite scolastiche bisogna andare a vedere cose vecchie?

Perché a me è piaciuto e ad altri no?

Perché ad alcune persone piace la musica classica e a me no?